Per ridare senso alla democrazia e ai diritti  la uilrua c'è sempre!

La UIL non ha nè mogli nè mariti

La UIL non ha nè mogli nè mariti

Carissime Colleghe e cari Colleghe,

in relazione alla notizia apparsa ieri su Metropolis circa la presenza di una parente di una dirigente UIL tra i 16 nuovi assunti che avrebbe gettato “ombre” sulle procedure adottate per lo scorrimento di vecchie graduatorie, la UIL Università sente la necessità di rassicurare tutti circa la regolarità dei fatti.

Si tratta, infatti dello scorrimento di una vecchia graduatoria di circa otto anni addietro, nella quale la sorella di una nostra dirigente era compresa. Nella piena legalità e nel rispetto delle norme vigenti la decisione di scorrimento del Direttore Generale.

La UIL non ha né “mogli” né “mariti” né altri parenti o affini da sistemare illegalmente e si riserva, per il futuro, ogni possibile azione a tutela della propria onorabilità e di quella dei soggetti implicati e rigetta qualsiasi “sciocco” tentativo di infangare la propria immagine.

Resto a disposizione di tutti per qualsiasi chiarimento e colgo l’occasione per un cordiale saluto.

Antonio Trivelli